Il cielo era terso e il sole, ancora basso, scintillava violaceo sulla neve ghiacciata. L’aria era pulita come lo è solo dopo una nevicata, entrava nei polmoni freddissima e risvegliava ogni muscolo.

I Semi Neri – “La casa dei segni” (Elis Colombini editore, Modena 2018)

Panorama del Frignano – Mo (Foto di Daniela Ori)

1 commento

  1. Questo è un brano tratto da “La lunga notte” il racconto di Gabriele Sorrentino, con cui si apre “La casa dei segni”, un viaggio di fantasia lungo un’intera notte alla scoperta di ricordi e memorie di un passato. Un viaggio che raccoglie storie lungo secoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: