“VOCI FUORI TEMPO, TRA LE DISSONANZE DELLA NOTTE” da un’idea (surreale) di Daniela Ori e Roberto Vaccari

Racconti e poesie di Scrittori Modenesi

Presenta Giulia Neri

Gli autori

Pietro Bodi Nasce a Roma nel 1928 e dopo una vita di viaggi per tutta l’Italia approda felicemente a Modena vent’anni fa. Partecipa a concorsi letterali, vincendone qualcuno ( coppe, bicchieri di cristallo, violini d’argento, ed altri simili remunerazioni spirituali). Continua comunque a scrivere per la voglia di condividere.
Marco Ceroni classe ‘75 vive a Modena ed è sociologo. Scrive e fa tante cose precarie come la sua generazione richiede. Premiato dalla critica del 2005 al concorso letterario “Penna d’autore”, con il racconto “Quel settembre di qualche anno fa”.

Marco Ceroni classe ‘75 vive a Modena ed è sociologo. Scrive e fa tante cose precarie come la sua generazione richiede. Premiato dalla critica del 2005 al concorso letterario “Penna d’autore”, con il racconto “Quel settembre di qualche anno fa”.

Cleide è nata a Domodossola. Vive a Modena dal ’71. Ha all’attivo diverse pubblicazio- ni tra cui, Camionabile Scutari’ il romanzo dal quale è tratto il racconto che viene letto questa sera. Un giro sui monti dell’Alta Val d’Ossola e l’incontro occasionale con un giovane kosovaro che cerca riparo in Svizzera, è quanto basta a scatenare in Tonio, il protagonista, il ritorno di un passato antico. In una notte rivive i ricordi di cinquant’anni prima, in viaggio e in fuga con il suo camion sulle strade tra l’Albania e il Kosovo. E sullo sfondo tensioni etniche e città come Scutari, Durazzo, Tirana, Pristina, Kukes.

Daniela Ori giurista di professione, poetessa di animo. Nel 2004 ha vinto la VII edizione del concorso nazionale Candia Lomellina (PV) con la poesia Tremore. Ha pubblicato il libro di poesie L’ala nord del castello (Montedit, 2004). Nel 2006 la poesia Stasera ha vinto il terzo premio al concorso nazionale Prato Sesia (Novara) 2006. Vanta partecipa- zioni, come poetessa e come scrittrice di racconti, in numerose Antologie tra cui, per citare le più recenti, Solitudine giapponese (Il Fiorino 2007) e Inattesi Spazi di Vista (Marchiogiallo 2008). Ha un sito web personale: www.danielaori.name

Marco Panini, medico pediatra scrive da sempre, soprattutto narrativa e partecipa a concorsi letterari e alle iniziative artistiche organizzare da Artegenti. Fra i maggiori riconoscimenti sono da ricordare quelli dei Premi Letterari Città di Cagliari della Rivista Letteraria Terza Pagina, Il Fiorino della Casa Editrice di Modena, Il Prione di La Spezia, ConceptsBook della Casa Editrice Arpanet e la selezione in Spazi d’autore 2007 di Artegenti. Con i Semi Neri ha pubblicato l’antologia Solitudine Giapponese (Il Fiorino 2007).

Roberto Vaccari, è nato a Modena nel 1950 e scrive da sempre, nonostante una for- mazione tecnica di antica memoria. Ha pubblicato alcuni racconti e poesie, ma preferi- sce cimentarsi con il romanzo, che trova più adeguato a esprimere al meglio la sua creatività. Dopo una vita trascorsa a esercitare il mestiere di tipografo, è andato in pensione da pochi mesi. Ama la letteratura di qualunque genere e la storia, da cui trae spesso idee per costruire i suoi lavori. E’ membro dell’associazione di scrittori i Semi Neri con i quali ha pubblicato l’antologia Solitudine Giapponese (Il Fiorino 2007).

Massimiliano Rossi, è nato nel 1977 a Carpi (MO), ove tuttora vive. A guidarlo verso la composizione di “Incognito”, silloge poetica d’esordio, la passione per la poesia nonchè l’interesse per le materie umanistiche. L’ampia produzione lirica sviluppata ha un carattere di densità, di intento alto, “filosofico”, “morale”, con esiti stilistico-formali avolte maestosi come cattedrali, altre volte aforistici, satirici o epigrammatici e lapidari. La sua poetica è imperniata soprattutto su uno dei tanti aforismi da lui concepiti: “L’inconscio è la parte più cosciente di noi stessi”.

Gabriele Sorrentino (Modena 1976). Collabora con le riviste Modena Storia e Il Duca- to – Terre. Ha pubblicato il volume “Il Duca Passerino. L’epoca d’oro del ghibellinismo italiano, attraverso la figura di Rainaldo Bonacolsi, Signore di Mantova e Mode- na” (Terra e Identità, Modena 2007). È coautore del romanzo storico “Francigena: novellario 1107” (Fabrizio Filios 2007) e fa parte del laboratorio di scrittura Xomegap (www.xomegap.net). Nel giugno 2009 ha pubblicato due racconti nell’antologia Tosca- na tra crimini e misteri (Felici Editori) in abbinamento al quotidiano la Nazione. Il suo sito è www.gabrielesorrentinot.it .

Interpreti

Monica Elisabetta Amaduzzi, Si occupa di lavori molto diversi fra loro ed ora è arti- giana (crea e costruisce oggetti, ambientazioni, negozi e casette in miniatura). Ha da sempre una grande passione per il teatro ed è diplomata alla scuola di recitazione Sted di Modena. Ha partecipato a numerosi spettacoli teatrali, a qualche cortometraggio e spot pubblicitario. Canta nel coro gospel “Serial Singers”. Le piace scrivere soggetti per cortometraggi cinematografi ci e brevi racconti

Graziano Degani, vanta oltre 20 anni di esperienza teatrale nel suo curriculum. Nato a Modena il 26 Luglio del 1961, da diversi anni collabora con Claudio Calafiore nella compagnia teatrale del Centro Culturale Giacomo Alberione di Modena e nell’ambito dell’Associazione Anfitrione. Recentemente ha partecipato alla messa in scena di Pro- cesso a Gesù per la regia di Claudio Calafiore andato in scena il 29 30 31 Maggio nella Cattedrale di S Domenico a Modena.

Simona Mari, fondatrice di Teatro di Carta, nasce a Modena il 13 Novembre 1973. Studia Teatro e recita dall’età di 13 anni. Collabora attivamente con Claudio Calafiore e Marco Alterio presso il Centro Culturale Giacomo Alberione di Modena e l’Accademia della Cerca di Modena. Attualmente si sta occupando della regia della messa in scena di Matrimoni, Funerali & CO. Rifacimento in chiave musicale di 4 matrimoni e 1 funera- le, che andra’ in scena il 25 settembre alla Tenda di Viale Molza.

Annabella Ferrin, Non avvezza alla compilazione di curricula artistici, lavora a tempo pieno come impiegata, “pendolando” fra Modena e Sassuolo. Crede che fare teatro sia ancora possibile, e prova a farlo. Crede tante altre cose riguardo il teatro… Fa parte del gruppo di base <Teatro Fibra_Le cattive lingue> (già Teatro Blu).

Enrico Solmi, nasce a Modena nel 1964 ed è artista piuttosto eclettico. Nel 1993 è tra i fondatori dei Serial Singers Gospel Choir e dal 1996 collabora con Davide Bulgarelli del teatro STED. E’ autore anche di racconti e del romanzo L’Artiglio edito nel 2009 da il Filo.

PROGRAMMA di sala

LA PIETRA DI ARINGADORE racconto di Gabriele Sorrentino. Legge Graziano Degani

DOVE VA IL VENTO? racconto di Marco Ceroni Legge Monica Elisabetta Amaduzzi

SENTIMENTO UCCISO poesia di Massimiliano Rossi Legge Simona Mari

VETILIA, UN NOME SCOLPITO NELLA STORIA racconto di Da- niela Ori Leggono Monica Elisabetta Amaduzzi ed Enrico Solmi

IMPICCAGIONE tratto da “Camionabile Scutari”, romanzo di Cleide Legge Annabella Ferrin

IO SONO PARIDE poesia di Roberto Vaccari Legge Daniela Ori

LO MONACO SANTO racconto di Marco Panini Legge Enrico Solmi

L’ALTRA LUCE DELLA LUNA racconto di Daniela Ori Legge Simona Mari

REMINISCENZE poesia di Marco Ceroni Legge Graziano Degani

UNO SPARO NELLA SERA racconto di Pietro Bodi Legge Enrico Solmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: