Racconti pandemici


de I Semi Neri
Copertina-Racconti-Pandemici-Semineri

La pandemia ha stravolto la nostra vita. Il tempo nuovo ha prima sorpreso i nostri pensieri, poi ha preteso di essere raccontato e gli scrittori dell’associazione I Semi Neri hanno risposto all’appello. Questi racconti divertono con l’ironia sui cambiamenti nel lavoro e nella vita quotidiana in famiglia, fanno convivere la speranza di ritorno alla normalità con angoscianti incubi distopici, facendo riflettere sulla possibilità che la crisi permetta una più profonda comprensione delle relazioni umane. 

Giorni senza sole


di Gabriele Sorrentino
Editore Artestampa, 2020

Anno del Signore 589. Sono giorni cupi e carichi di tensione al confine tra l’Impero Romano d’Oriente e il Regno Longobardo. Sono trascorsi oltre cinquant’anni dall’anno senza sole, flagellato dalla peste e ora il cielo è di nuovo scuro e i fiumi sono gonfi di pioggia, mentre le vestigia corrose del glorioso passato emergono dal fango. Mentre la penisola è lacerata dallo scontro fratricida tra le fazioni dei Cristiani, gli agenti del temibile skrinion tōn barbarōn, il servizio segreto imperiale, lavorano nell’ombra per consentire a Costantinopoli di riconquistare le città della via Emilia occupate dai duchi longobardi. Grandi eserciti si muovono da est e la parola guerra risuona di nuovo nella pianura del Po. Mvtina intanto è scossa da un’inquietante serie di omicidi e lotta per non affondare nella tempesta che si addensa, minacciosa, a Oriente. La battaglia per la sopravvivenza di Mvtina sta per cominciare.
artestampaedizioni.it

La casa dei segni – Viaggio nella memoria della terra del Frignano


de I Semi Neri
Elis Colombini editore, 2018

Con “La casa dei segni” gli scrittori dell’associazione I Semi Neri hanno scritto racconti ambientati in Appennino, narrando storie di fantasia sullo sfondo di epoche storiche che vanno dal Duecento al Settecento, evocando tradizioni, riti, miti, tra leggenda e realtà. Il libro è un novellario con sette racconti legati da un ottavo racconto che funge da cornice, filo conduttore della raccolta che abbraccia e contiene, al suo interno, tutti i vari racconti. Il libro si completa con un’Appendice contenente brevi cenni storici sui luoghi citati nei racconti.