2 commenti

  1. “La casa dei segni” regala al lettore più motivi di soddisfazione: il benessere di una trama che avvolge e fa dimenticare il mondo reale; il piacere di scritture sciolte, scorrevoli; l’appagamento del rimando storico puntuale, preciso, con una appendice dedicata.
    L’immaginazione, parallela alla storia, crea una combinazione speciale: un viaggio che arricchisce, un’evasione che insegna.

Rispondi a Daniela Ori Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: