Mese: Marzo 2011

Chiudi i tuoi occhi

Chiudi i tuoi occhi

e ascolta questo silenzio,

siamo soli nella stanza,

la luce tremula di una candela

fa danzare le ombre

dei nostri corpi indifesi

e i nostri respiri, impazienti,

si inseguono come farfalle

nel cielo di primavera.

Chiudi i tuoi occhi

e ascolta le mie labbra

ed il calore delle mie mani

che sfioran la tua pelle,

siamo soli nella stanza

e tutto il mondo è nostro

in questo tempo scandito

dal palpito di amorosi cuori.

Chiudi i tuoi occhi

e lasciati cullare dalle onde

di questo mare e dal profumo

di questo docile vento

perché qui, ora, esiste solo

vita e desiderio e pace

ed ogni fragore si spegne

lontano, lontano, lontano.

 

Massimo Vaccaro (c) 2010

A volte ti scrivo

A volte ti scrivo parole d’amore,

lenti sospiri tra cuore e cielo,

malinconici profumi di solitarie sere

illuminate solo dall’ardore

dei tuoi occhi lontani.

Ti cercan le mie mani,

in quello spazio ove ora non sei,

abbracciandosi al desiderio

del tuo corpo colmo d’amore,

a quel profumo inebriante

di piacere profondo e sincero.

Ti cerco, ad occhi chiusi,

in questi miei accesi pensieri

e dolcemente mi abbandono

sugli orizzonti del tuo cuore.

Massimo Vaccaro (c) 2011

12.04.2011 – Frammenti di storia tra i banchi di scuola

L’Istituto Tecnico Commerciale Statale Jacopo Barozzi e l’Associazione di Scrittori Modenesi “I Semi Neri” organizzano per martedì 12 aprile, a partire dalle ore 20,30, l’evento culturale “Frammenti di Storia tra i banchi di Scuola”, che ha lo scopo di raccontare la Storia della città attraverso racconti e musica, che verranno contestualizzati da brevi intermezzi storici. La serata sarà condotta da Daniela Ori, vice-presidente dell’Associazione e ideatrice del Progetto; i brani dei racconti e delle lettere, scelti per la serata, sono tratti dai libri degli autori SEMI NERI e verranno letti, a voci alternate, da Daniela Ori e da Enrico Solmi, attore e scrittore modenese. Questi i testi scelti: Vetilia, un nome scolpito nella storia (Daniela Ori), Il Dono (Gabriele Sorrentino), Lettere di Corsa (Enrico Solmi), “La Pina” (Manuela Fiorini). Gli intermezzi storici saranno curati da Gabriele Sorrentino, storico e scrittore modenese. La coreografia musicale è affidata a Lucio Diegoli e a Maria Costa. La serata rientra nelle attività didattiche della scuola e sarà introdotta dal Preside dell’Istituto J. Barozzi, prof. Ugo Neri.

La voglia di raccontare, in modo originale, qualcosa della nostra città di Modena, mi ha fatto venire in mente l’idea insolita di proporre piccoli frammenti di Storia, abbinandoli a brani di racconti e alleggerendo il tutto con l’ascolto di melodie”. Così chiarisceDaniela Ori, ideatrice di questo progetto didattico, elaborato in stretto accordo con la scuola. “Parleremo di Modena all’epoca romana, di Modena sotto gli Estensi, di Modena nell’epoca del Boom economico quando diventa famosa con la Ferrari e di Modena nel suo dialetto. Una scelta di frammenti per incuriosire i ragazzi e invitarli ad andare a vedere i Musei, i Palazzi, le Chiese, le vie della nostra città, con l’accompagnamento musicale di Lucio Diegoli e Maria Costa. Idealmente vogliamo anche ricordare un grande modenese Edmondo Berselli, scomparso proprio l’’11 aprile di un anno fa, che ha tanto lavorato per salvaguardare e trasmettere la cultura e lo spirito delle nostre terre, partecipando a diverse iniziative anche all’Istituto Barozzi”.

L’iniziativa rientra nell’ambito degli “Incontri con l’autore” che, da anni, il corso serale dell’Istituto J.Barozzi, grazie all’impegno degli insegnanti coordinati dal prof. Giovanni Donnina, organizza con incontri tra studenti e personaggi illustri come Edmondo Berselli, Dacia Maraini, Lidia Ravera, Roberto Pazzi e la poetessa Alda Merini. A quest’ultima è intitolata la Biblioteca dell’Istituto.

Scarica programma

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén