Tag: Poesia

Chiudi i tuoi occhi

Chiudi i tuoi occhi

e ascolta questo silenzio,

siamo soli nella stanza,

la luce tremula di una candela

fa danzare le ombre

dei nostri corpi indifesi

e i nostri respiri, impazienti,

si inseguono come farfalle

nel cielo di primavera.

Chiudi i tuoi occhi

e ascolta le mie labbra

ed il calore delle mie mani

che sfioran la tua pelle,

siamo soli nella stanza

e tutto il mondo è nostro

in questo tempo scandito

dal palpito di amorosi cuori.

Chiudi i tuoi occhi

e lasciati cullare dalle onde

di questo mare e dal profumo

di questo docile vento

perché qui, ora, esiste solo

vita e desiderio e pace

ed ogni fragore si spegne

lontano, lontano, lontano.

 

Massimo Vaccaro (c) 2010

Nel sospiro dei tuoi occhi

Quando la tua carne

stringe la mia carne

e le nosre anime si sposano

nel sospiro dei tuoi occhi

io leggo il paradiso.

Massimo Vaccaro – Agosto 2010

Tace la polvere

Tace la polvere
ed è silenzio intorno,
nel buio di una notte
in cui non si respira
il profumo delle stelle.

Granelli di tempo
ammucchiati in ricordi
frazioni ibernate di vita.

Tessere di mosaico
perdute e rimescolate
dalle onde dei giorni.

Tace la polvere
ed è silenzio intorno,
nei colori sbiaditi
di un’estate lenta ove
neppure il mare s’ode.

Parole intrappolate
tra acerbe mura
affondate nell’oblio.

Piaceri lontani
franti in una lacrima
nella pioggia d’autunno.

Tace la polvere
ed è silenzio intorno,
nella luce di un’aurora
domata dal grigiore
e dimentica dei colori.

Istanti non colti
marciti nei giorni
di chimere larvati.

Sogni e poi sogni
arsi su pire
di dubbi e rancori.

Tace la polvere
ma si rompe il silenzio,
il canto della fenice
si libra nel vento

Tace la polvere
trasportata dal vento
ed è pace intorno.

Massimo Vaccaro – Agosto 2009

NOTA: Questa poesia è stata letta durante il reading al Salotto Culturale Aggazzotti di Modena dello scorso anno.

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén