Mese: Ottobre 2011 Pagina 1 di 2

11 novembre 2011 tavola rotonda a tutto Fantasy a Sassuolo

Biblioteca Mondadori, Piazza Garibaldi 75, Sassuolo (MO)

Ore 19-22

XOmegaP presenta una serata sul Fantasy aspettando l’uscita del nuovo romanzo di Licia Troisi. 

Saranno presenti: XOmegaP col romanzo Finisterra, Fabrizio Valenza con la Saga dei Logontras, Francesca Poggioli con Lòedill, Federica Pini con la Saga della Mors Argentea, Edizioni Domino.

Programma

  • ll fantasy classico arrivato al grande pubblico, il Signore degli Anelli, Shannara, Narnia
  • L’evoluzione della saga fantasi ai giorni nostri, Martin e Hobb
  • Il Fantasy per i più giovani, Harry Potter
  • Le contaminazioni del Fantasy, Meyer e la saga di Twilight
  • Il fantasy italiano
  • Lettura di un brano di I regni di Nashira
  • Presentazione dei progetti Finisterra, Lòedill, la Morte d’argento con letture

Locandina

13 novembre 2011 – Gemellaggio con l’Associazione “Il Frignano dei Montecuccoli”

I SEMI NERI

e

IL FRIGNANO DEI MONTECUCCOLI

si incontrano

per un pranzo-gemellaggio

domenica 13 novembre 2011

alle ore 12,30

presso l’AGRITURISMO BENEVERCHIO di Pavullo nel Frignano (Mo)

www.beneverchio.it

(per prenotare occorre telefonare direttamente all’agriturismo tel 0536/325290)

E-book corso di scrittura

Come sapete a metà del 2011 il gruppo XOMEGAP ha tenuto il suo primo Corso di Scrittura Creativa.
Il corso strutturato come un laboratorio, ha dato vita a una raccolta di racconti scritti dai partecipanti.

Non pensiate che i racconti che leggerete siano stati banalmente pensati e scritti. Dietro a ognuno di essi c’è stato un grande lavoro di ideazione e riscrittura. Nello scrivere gli autori hanno applicato alcuni degli strumenti appresi nel corso cercando di comprendere quali fossero maggiormente efficaci e adatti al tipo di racconto che avevano intenzione di scrivere.
Vedere i testi evolvere e mutare è stato molto emozionante.
Leggerli adesso rispetto alla loro fase embrionale ci rende soddisfatti del lavoro svolto.
Lasciamo quindi la parola ai racconti, ringraziando tutti per il lavoro svolto e per la passione e l’impegno messi.
Un ringraziamento anche a Voi che li leggerete

L’Imperatrice

 

Risorgi dalle ceneri della tua distruzione

Amazzone d’astuzia e di giustizia

Emblema di vittoria e di speranza

Libera come il vento tra le fronde.

 

Non ti hanno mai abbandonata

Non ti hanno mai annientata

Sei tu che hai ucciso il terrore col coraggio

E il ricordo di te è eterno nelle menti e nei pensieri.

 

Il tuo nome brilla per sempre nella notte

Come una stella sfavillante e fiera

Che illumina un cammino ritrovato

E incoraggia a combattere e a resistere.

 

Ma ci fu un tempo in cui il passaggio appariva ardito

Come il viaggio di un marinaio nel mare d’inverno

La notte tra gli alberi nudi raccoglieva il grido di paura

E il dolore danzava col terrore nei giorni senza luce.

 

Ma tu, ora, Signora della vita e della storia

Indossi l’abito rosso dell’orgoglio

E il velo che svela il tuo volto sereno

Ha il candore dell’innocenza ritrovata.

 

Imperatrice, vittoriosa sugli inganni del passato

Ha il colore del cielo il mantello che cinge i tuoi fianchi

E il tuo sorriso è un prato di ciclamini che seduce lo sguardo

Come un luogo di pace e dolcezza senza affronti.

 

 

Daniela Ori     (10/08/2010)

 

 

Poesia pubblicata in “Vite di quartiere” Edizioni Artestampa per ARTEGENTI, Modena, 2010

“La setta dei giovani vecchi”: il nuovo romanzo di Luca Rachetta

A pochi giorni dal lancio ufficiale, Luca Rachetta, membro senigalliese dei Semi Neri, è lieto di annunciare la nascita del suo ultimo romanzo, La setta dei giovani vecchi. di cui potrete trovare la scheda editoriale nel sito della casa editrice, la Edizioni Creativa.

Di cosa parla La setta dei giovani vecchi? Nella cittadina di Castel Chimerico vive il quarantaduenne Giovanni Eufemi, precario nella professione, in politica e in amore. Insegnante con contratto a tempo determinato, membro del partito di maggioranza relativa in seno al consiglio comunale senza però un effettivo peso politico all’interno dello stesso, eterno fidanzato della quarantenne Eleonora: su Giovanni Eufemi pare che gravi una maledizione che lo condanna all’incompiutezza, che il nostro protagonista attribuisce allo Stato, ai compagni di partito e, in definitiva, alla vita in genere, le cui trame sembrano essere state ordite da pupari attempati impegnati a boicottare i più giovani. Una sorta di gerontocrazia imperante tiene infatti lontano dai posti di maggiore responsabilità e soddisfazione coloro che insidiano l’ordine costituito, ai quali si appioppa l’appellativo di “giovani” anche oltre i quarant’anni per convincerli ad avere pazienza, nell’attesa di completare un iter di formazione che a Giovanni sembra tuttavia infinito e, in fin dei conti, insensato. I suoi più cari amici, tutti coetanei, non è che se la passino meglio, essendo alle prese con una condizione di instabilità esistenziale complicata da un forte scoraggiamento, venato in aggiunta di vittimismo e di malcelata rassegnazione. Il protagonista e i suoi amici, gravati dal peso insostenibile di un inesorabile fallimento, giungeranno infine a un punto di non ritorno. Alla “setta dei giovani vecchi”, ossimorica e mostruosa creazione della nostra società, non rimarrà così che riunirsi per l’ultima volta, per l’ultima, terribile “cospirazione” di protesta contro la società stessa. O forse contro la natura umana…

Per maggiori informazioni sul libro e su eventi ad esso correlati si rimanda al blog di Luca Rachetta e alla pagina Facebook dedicata a La setta dei giovani vecchi.

 

Pagina 1 di 2

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén